TARSU

RAVVEDIMENTO OPEROSO

Il contribuente che non adempie tempestivamente agli obblighi previsti in materia di tassa rifiuti (es. presentazione della denuncia iniziale) può beneficiare, ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 472/97, del ravvedimento operoso, usufruendo della riduzione delle relative sanzioni.

Le sanzioni (per violazioni commesse fino al 31/01/2011) sono così ridotte:
a) ad un dodicesimo del minimo se la denuncia viene presentata con un ritardo non superiore a novanta giorni decorrenti dal già indicato termine del 20 gennaio
b) ad un decimo del minimo se la denuncia tardiva, ovvero la denuncia che va a correggere una precedente denuncia infedele, viene presentata entro un anno dalla violazione.

Dal 1/2/2011 in base all’art. 1, comma 20, della Legge 13/12/2010 n. 220 le sanzioni sono così ridotte:
c) ad un decimo del minimo se la denuncia viene presentata con un ritardo non superiore a novanta giorni decorrenti dal già indicato termine del 20 gennaio
d) ad un ottavo del minimo se la denuncia tardiva, ovvero la denuncia che va a correggere una precedente denuncia infedele, viene presentata entro un anno dalla violazione.

Dopo la presentazione della denuncia il Comune provvederà all'iscrizione in apposito ruolo del tributo dovuto, nonché degli interessi per ritardata iscrizione a ruolo, maturati fino al giorno in cui è stato effettuato il ravvedimento operoso, e della sanzione ridotta. Il contribuente dovrà quindi provvedere al pagamento della somma così determinata con l’avviso di pagamento/cartella che verrà successivamente emessa e recapitata.