Domeniche a teatro: “Girotondo del bosco” e la mostra /e.mò.ti.con/

Notizia del 08.11.2018

Si alza il sipario su “Domeniche a Teatro 2018-2019”, la rassegna del Teatro di Mirano dedicata ai più piccoli e alle loro famiglie: sarà “GIROTONDO DEL BOSCO. RACCONTI DI PIUMA, DI PELO E DI FOGLIA”, firmato da Carlo Presotto per La Piccionaia, a inaugurare il cartellone domenica 11 novembre alle ore 15.30. Fino a domenica, inoltre, è ancora possibile abbonarsi all’intera stagione.

Ma il primo appuntamento della nuova edizione di Domeniche a Teatro si apre anche con una preziosa novità: a inaugurare la rassegna ci sarà la mostra delle illustrazioni del concorso /e.mò.ti.con/, bandito da La Piccionaia con l’associazione Illustri, da cui sono state tratte le grafiche 2018-2019 del pieghevole e della locandina della rassegna, firmate da Flaminia Della Vecchia. La mostra proseguirà il suo percorso a Mira il 18 novembre.
 
LO SPETTACOLO
“GIROTONDO DEL BOSCO” si ispira liberamente a quattro episodi letterari tra loro diversi per epoca e intonazione, ma accomunati dal racconto della natura: il romanzo breve di Dino Buzzati “Il segreto del bosco vecchio” del 1935, le favole moderne di Mauro Corona pubblicate nel 2010 in “Storie del bosco antico”, la raccolta di racconti di Mario Rigoni Stern “Uomini, boschi e api” del 1980, e il poema in versi in lingua persiana del mistico e poeta sufi Farid al-Din 'Attar “Il linguaggio degli uccelli”, risalente al 1177. A partire da queste suggestioni, il percorso di narrazione e immagini di Presotto si è legato al teatro fisico di Matteo Balbo e al linguaggio della danza introdotto dalla collaborazione con la danzatrice Valentina Dal Mas, vincitrice del Premio Scenario Infanzia 2017, per condurre piccoli e grandi spettatori a cercare il segreto del bosco e a ricordare la lingua degli uccelli, quella lingua segreta che parlavamo prima di nascere al mondo. Uno spettacolo che racconta le piccole metamorfosi che ci fanno diventare grandi: la pietra bambina che si stacca dalla montagna, viene presa per mano dal ghiacciaio e portata lontano da casa, la gazza che si innamora di un raggio di sole e cerca di afferrarlo in ogni riflesso di acqua sul lago, o i geni degli alberi che si danno appuntamento nella grande foresta di cui tanto hanno sentito parlare in gioventù…
Teatro d’attore e video proiezioni daranno vita ad un allestimento suggestivo, immerso nelle scenografie disegnate da un maestro quale Mauro Zocchetta e accompagnato dalle luci e dai suoni a cura di Martina Ambosini. E realizzato grazie anche a tante collaborazioni, da Paola Rossi per la drammaturgia a Luciano Lora per la costruzione delle scene, da Viviana Paolucci e Manola Bettio per il laboratorio di ricerca sul movimento, passando per Carla Albiero, autrice delle carte dipinte, e le giovanissime Federica Coluccia, Annachiara Meneghetti e Sofia Presotto nell’ambito del progetto di alternanza scuola lavoro promosso dall’Assessorato alla Formazione del Comune di Vicenza.
Lo spettacolo è consigliato a partire dai 5 anni di età.

I biglietti e gli abbonamenti sono disponibili sia in biglietteria al Teatro di Mirano (il giovedì e il venerdì dalle 17 alle 19), sia on line su www.vivaticket.it, con diritto di prevendita. Il costo del biglietto è di 6 euro intero e 4 euro ridotto (per il secondo figlio). Il costo dell’abbonamento è di 25 euro l’adulto e 20 euro il ridotto under 14. Per agevolazioni con enti convenzionati consultare il sito www.miranoteatro.it. Domenica 11 novembre la biglietteria aprirà alle 14.30.

LA MOSTRA
Nel foyer del Teatro sarà allestita, per la giornata di domenica 11 novembre, /e.mò.ti.con/, la mostra di illustrazioni sul tema delle emozioni dei bambini nata da un bando pubblico promosso da La Piccionaia in collaborazione con Illustri. Alla call, rivolta ad illustratori internazionali under35, hanno risposto più di 90 autori da Italia, Francia, Regno Unito, Spagna, Portogallo, Polonia, Canada, Russia, Israele, Iran e Corea del Sud. Tra le illustrazioni pervenute, una giuria di esperti ha selezionato le 21 opere esposte in mostra e decretato quattro vincitori: Alberta Torres, Weronica Wolska, Flaminia Della Vecchia e Scarabisso - per loro un premio di 250 euro ciascuno, a sostegno della creatività emergente, e la visibilità mediante le campagne di comunicazione dei progetti teatrali dedicati all’infanzia e alle famiglie curati da La Piccionaia nelle proprie sedi di Vicenza, Mirano, Mira e Camposampiero.

In mostra opere di: Michela Bertollo, Karolina Jonc Buczek, Claudia Carbonari García, Giulia Cornaggia, Flaminia Della Vecchia, Doron Flamm, Alessandra Forte, Alessandra Moscatelli, Matteo Perdon, Alice Piaggio, Scarabisso, Maryam Tahmasebi, Alberta Torres, Benedetta Claudia Vialli, Weronika Wolska, Chohye Youn.

Il progetto è stato pensato per mettere in dialogo arte visiva e teatro, per valorizzare e promuovere i talenti emergenti dell’illustrazione e per aprire una riflessione sul significato dell’immagine, con particolare attenzione al mondo dell’infanzia.
“In un’epoca di bombardamento mediatico come quella in cui viviamo – spiega Sergio Meggiolan, curatore del progetto per La Piccionaia - riteniamo necessario fermarci a pensare al significato e al significante di ciò che vediamo. E di ciò che facciamo vedere ai nostri bambini. Le stagioni teatrali dedicate all’infanzia e alle famiglie che curiamo diventano allora l’occasione per sviluppare un percorso di attenzione all’immagine: una serie di azioni volte a sviluppare relazioni tra il mondo del teatro, quello dell’illustrazione e il tessuto sociale, con particolare riferimento alle nuove generazioni. Di che cosa sono fatte le emozioni? Che forma hanno? Di che colore sono? Come si esprimono? A cosa servono? Come il teatro, l’arte dell’illustrazione ci apre una via per capire meglio la sostanza emotiva che emerge quando un bambino scopre qualcosa di nuovo, qualcosa che lo meraviglia e lo stupisce, oppure che lo spaventa o lo fa arrabbiare.”.

La mostra sarà visitabile al Teatro di Mirano domenica 11 novembre dalle ore 14.30 alle ore 17.30. L’ingresso alla mostra è gratuito. Domenica 18 novembre, invece, la mostra sarà visibile nell’Oratorio di Villa dei Leoni di Mira, in occasione dell’apertura della rassegna “Famiglie  Teatro  2018-2019” al Teatro Villa dei Leoni.
 
 
La rassegna “DOMENICHE A TEATRO” è promossa dal Comune di Mirano, in collaborazione con La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale, Regione del Veneto, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e aderisce a “Mirano città delle bambine e dei bambini”.

INFO > Ufficio Teatro
tel. 0414355536 - info@miranoteatro.it
www.miranoteatro.it