Misure aggiuntive di sostegno alla ripresa economica post emergenza Covid-19 per le attività economiche

Notizia del 22.12.2020

L'Amministrazione comunale Mirano ha approvato un ulteriore contributo straordinario per sostenere direttamente le attività economiche locali che, a causa dell’emergenza Covid-19, hanno dovuto sospendere o ridurre la loro attività e che quindi risultano particolarmente esposte ad una grave crisi.

La nuova misura di sostegno è rivolta a pubblici esercizi (bar, ristoranti, paninoteche), esercizi di vicinato non alimentare (abbigliamento, scarpe, oggettistica, fioreria), gelaterie artigianali (attività senza somministrazione), alloggi turistici, restauratori di mobili e agenzie di viaggio soggetti al rischio di pregiudizio della continuità aziendale con ripercussioni socio-economiche sui titolari.

Questo ulteriore aiuto economico è rivolto in particolare anche alle attività produttive che in parte non erano contemplate nella misura di sostegno stanziata ed erogata durante la prima fase della pandemia.

Non sono comprese invece le attività che hanno potuto continuare il loro esercizio come panifici, macellerie, pescherie, frutta e verdura e che prestano servizi alla persona come barbieri, estetisti, parrucchieri.

Già nello scorso aprile il Consiglio Comunale aveva approvato all'unanimità il “Documento di indirizzo condiviso sulle misure di sostegno alla ripresa economico - sociale post emergenza Covid-19”. Erano quindi state realizzate diverse tipologie di sostegno per esercenti e commercianti oltre ai contributi straordinari, tra cui la possibilità di allargare i plateatici senza costi aggiuntivi oppure la sospensione della sosta a pagamento per i parcheggi a strisce blu di centro storico e zona dell’ospedale.

Alla luce del protrarsi dell'emergenza che continua a mettere a rischio la tenuta del tessuto economico sociale dell'intero sistema Italia e quindi anche di Mirano, la Giunta Comunale, su proposta dei capigruppo consiliari e a seguito di un nuovo documento condiviso da tutto il Consiglio Comunale, ha stanziato i fondi per questo ulteriore aiuto economico.

Potranno presentare domanda di concessione contributo le attività iscritte al registro imprese della C.C.I.A.A. che presentano i seguenti requisiti: depositi bancari/postali, relativamente all’azienda, non superiori a € 50.000,00 alla data del 30.09.2020; di aver avuto almeno il 33% di diminuzione dei ricavi per i mesi di agosto, settembre, ottobre e novembre 2020 rispetto ai corrispondenti mesi dell'anno 2019 (per coloro che hanno iniziato l’attività dopo il 30 novembre 2019 il requisito non è richiesto).
Il contributo che verrà erogato è di euro 500,00.

L'avviso per richiedere il contributo è stato pubblicato il 22 dicembre e sarà possibile  presentare la domanda fino al 21 gennaio 2021.

L'avviso e i moduli di domanda sono pubblicati in questo sito nella sezione Amministrazione Trasparente > Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici > Criteri e modalità.