Avvisi e scadenze

Notizia del 11.08.2016

Nuova misura di contrasto alla povertà (Sostegno Inclusione Attiva- SIA)

Il Sostegno per l’Inclusione attiva è una misura di contrasto alla povertà prevista dal Decreto del 26 maggio 2016 del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze.
Prevede la concessione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni di povertà con particolare attenzione alle famiglie che vedono al loro interno figli minori, persone con handicap, donne in stato di gravidanza accertato.

La domanda va presentata al Comune di residenza su apposito modulo predisposto dall’INPS a partire dal 2 settembre 2016.

Il modulo di domanda può essere ritirato presso lo sportello sociale del Comune, nei giorni di apertura al pubblico e consegnato al Servizio Sociale Professionale del Comune, previo appuntamento, in quanto è condizione essenziale per l’inoltro della domanda all’INPS, l’adesione del nucleo familiare ad un progetto personalizzato per il miglioramento del benessere familiare e la creazione di condizioni per l’uscita dalla condizione di difficoltà.

Requisiti richiesti

Il richiedente il sussidio economico alla famiglia deve essere in possesso dei seguenti requisiti:
-  essere cittadino italiano o comunitario, ovvero familiare di cittadino italiano o comunitario titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
-  essere residente in Italia da almeno due anni (al momento della presentazione del domanda);

- non possedere:
a) autoveicoli immatricolati la prima volta nei 12 mesi antecedenti la richiesta;
b) autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc immatricolati la prima volta nei 3 anni precedenti la richiesta;
c) motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati la prima volta nei 3 anni precedenti la richiesta;
Tali requisiti, si intendono riferiti a tutti componenti del nucleo familiare e verranno verificati direttamente da parte del Comune.


Ulteriori requisiti (deve essere presente almeno uno dei seguenti requisiti):

- composizione del nucleo familiare
    a) presenza di un componente di età minore di 18 anni;
    b) presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore;
    c) presenza di una donna in stato di gravidanza accertata, a decorrere dai quattro mesi dalla data presunta del parto.

- condizione economica:

    a) ISEE inferiore o uguale a 3.000,00 euro;
    b) assenza di altri eventuali trattamenti economici di natura previdenziale, indennitaria o assistenziale a qualunque titolo concessi dallo Stato o da altre Pubbliche Amministrazioni percepiti nel mese antecedente la richiesta per un importo complessivo superiore ad euro 600,00 mensili;

-  nessun componente il nucleo familiare deve risultare titolare di:
    a) prestazioni di assicurazione sociale per l'impiego (NASPI);
    b) assegno di disoccupazione (ASDI)
    c) altro ammortizzatore sociale di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;
    d) carta acquisti sperimentale.

Questi requisiti verranno verificati direttamente da parte dell’INPS

I nuclei familiari beneficiari, devono essere in possesso dei requisiti per l'intera durata dell'erogazione del beneficio.


Criteri di valutazione per l’assegnazione di punteggio (almeno uguale o superiore a 45 punti):

-          Carichi familiari:
·      nucleo familiare, come risultante nella DSU, con due figli di età inferiore a 18 anni:10 punti, elevati a 20 nel caso di tre figli e 25 nel caso di quattro o più figli;
·      nucleo familiare, come risultante nella DSU, in cui l’età di almeno un componente non sia superiore a 36 mesi: 5 punti;
·      nucleo familiare, come risultante nella DSU, composto esclusivamente da genitore solo e figli minorenni: 25 punti;
·      nucleo familiare, come risultante nella DSU, con uno o più componenti in condizione di accertata disabilità grave: 5 punti;
·      nucleo familiare, come risultante nella DSU, con uno o più componenti in condizione di accertata non autosufficienza: 10 punti;

-          Condizione economica: valore massimo 25 punti (in proporzione rispetto all’importo ISEE);

-          Condizione lavorativa: valore massimo 10 punti (es. nucleo familiare in cui tutti i componenti in età attiva si trovino in stato di disoccupazione: punti 10).


Trasmissione della domanda all’Inps (soggetto attuatore)
Il Comune trasmette all’Inps, entro 15 giorni lavorativi dalla data della richiesta e tramite procedura telematica, la domanda a condizione che questa abbia ottenuto un punteggio di almeno di 45 punti.
L’Inps, entro 10 giorni e previa verifica dei requisiti, comunica al Comune la concessione del sussidio
Il sussidio è liquidato dall’Inps, tramite specifica card SIA, al nucleo beneficiario con scadenza bimestrale a partire dal bimestre successivo a quello della richiesta.

Importo benefici mensili concessi
 

Nucleo familiare Importo
1 membro 80 euro
2 membri 160 euro
3 membri 240 euro
4 membri 320 euro
5 o più membri 400 euro

I Comuni con proprio motivato provvedimento possono stabilire la revoca del beneficio.
 
 
Per informazioni, ritiro dei moduli e appuntamento con Assistenti Sociali:
 
Sportello Sociale
Lunedì 9.00 – 12.00
Mercoledì 9.00 – 12.00
Giovedì 15.00 -17.00

Telefono
041/5798364