Avvisi e scadenze

Notizia del 04.02.2020

Misure di limitazione alla circolazione veicolare per il contenimento degli inquinanti atmosferici dal 4 febbraio al 31 marzo

Dal 4 febbraio al 31 marzo 2020 sono in vigore anche a Mirano le misure di limitazione alla circolazione veicolare per il contenimento degli inquinanti atmosferici già applicate dall’ottobre scorso nell’area geografica dell’Agglomerato Venezia IT0508 (che comprende Venezia, Marcon, Martellago, Mira, Quarto D’Altino, Spinea, Scorzè, Chioggia, San Donà di Piave).
Mirano, non rientrando in quest’area, aveva adottato solo le limitazioni riguardanti il riscaldamento, come previsto nel nuovo “Accordo di programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure di risanamento per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano” del 6 giugno 2017 e condiviso nel Tavolo Tecnico Zonale della Città Metropolitana di Venezia.

Gli ultimi bollettini emessi dall’ARPAV con i livelli di allerta, raggiunti in base alla concentrazione del PM10, evidenziano però una situazione di allarme rosso per la zona di Mirano (che comprende i comuni di Campolongo Maggiore, Camponogara, Dolo, Fiesso d’Artico, Fossò, Mirano, Noale, Pianiga, Salzano, Santa Maria di Sala, Strà e Vigonovo).
Nel sito dell’Arpav https://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/aria/informazione-al-pubblico-sui-livelli-di-pm10 è precisato che per i comuni come Mirano che non hanno l'analizzatore automatico di PM10, l'Osservatorio Aria effettua la valutazione del numero dei superamenti del valore limite giornaliero mediante stima modellistica, con il sistema SPIAIR.

Pertanto, in via precauzionale il Comune di Mirano, con l’ordinanza n. 9/2020, ha adottato le limitazioni al traffico all’interno dell’area del capoluogo definita dalla planimetria allegata.

Area sottoposta alle limitazioni
L’area di Mirano capoluogo soggetta alle limitazioni è compresa all’interno del perimetro delimitato da:


All’interno dell’area sopra definita è consentito l’accesso ai veicoli diretti ai parcheggi evidenziati nella planimetria.
La circolazione è consentita nella circonvallazione nord (via Mariutto, via Parauro, via Zinelli) e nella circonvallazione sud (viale Venezia, via Scaltenigo, via Battisti).


Limitazioni valide dal 4 febbraio al 31 marzo 2020:

1 - Nessuna allerta LIVELLO “VERDE” :divieto di circolazione dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:30 alle ore 18:30, per ciclomotori e motocicli euro 0 a due tempi;autovetture ad uso proprio alimentate a benzina Euro 0 + 1 e a diesel Euro 0+1+2+ 3; veicoli commerciali alimentati a diesel Euro 0+1+2+ 3.

2 - Allerta LIVELLO 1 “ARANCIO”  : divieto di circolazione tutti i giorni dalle ore 8:30 alle ore 18:30, per ciclomotori e motocicli euro 0 a due tempi; autovetture ad uso proprio alimentate a benzina Euro 0 + 1 e a diesel Euro 0+1+2+ 3+4; veicoli commerciali alimentati a diesel Euro 0+1+2+ 3.

3 - Allerta LIVELLO 2 “ROSSO” : divieto di circolazione tutti i giorni dalle ore 8:30 alle ore 18:30 per ciclomotori e motocicli euro 0 a due tempi; autovetture ad uso proprio alimentate a benzina Euro 0 + 1 e a diesel Euro 0+1+2+3+4; veicoli commerciali alimentati a diesel Euro 0+1+2 + 3.
Per i veicoli commerciali alimentati a diesel Euro 4 divieto di circolazione tutti i giorni dalle ore 8:30 alle ore 12:30.

Inoltre: divieto di sostare con il motore acceso per gli autobus nella fase di stazionamento ai capolinea, i veicoli merci durante le fasi di carico/scarico, gli autoveicoli in corrispondenza a particolari impianti semaforici o di passaggi a livello e i treni e/o locomotive con motore a combustione.

I livelli di allerta 1 ARANCIO e 2 ROSSO si attivano in relazione al superamento dei limiti di concentrazioni di PM10 nell’aria. A tal fine ARPAV provvede ad emanare e diffondere agli uffici comunali preposti apposita informativa inerente il superamento dei limiti nonché a comunicare l’avvenuto rientro nei limiti di norma.

I bollettini sono pubblicati nel sito ARPAV https://www.arpa.veneto.it/inquinanti/bollettino_allerta_PM10.php


Il Comune comunicherà eventuali sospensioni dell’ordinanza in caso di eventi meteorologici straordinari e di scioperi del servizio di trasporto pubblico locale.


DEROGHE
Sono attive le seguenti deroghe alle limitazioni al traffico valide in occasione di “nessuna allerta” ovvero a LIVELLO VERDE
:
1 veicoli alimentati a benzina o gasolio dotati di impianti omologati che consentono il funzionamento del veicolo esclusivamente a GPL o Metano, nel caso di veicolo a benzina, o a GPL (mixed fuel) o metano (dual fuel) nel caso di veicolo a gasolio;
2 autobus adibiti al servizio pubblico di linea e turistici, scuolabus, taxi ed autovetture in servizio di noleggio con conducente;
3 veicoli di trasporto di pasti confezionati per le mense;
4 veicoli al servizio di portatori di handicap muniti di contrassegno ed utilizzati esclusivamente negli spostamenti del portatore di handicap e veicoli per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili per la cura di gravi malattie in grado di esibire relativa certificazione medica rilasciata dagli Enti Competenti;
5 veicoli adibiti a compiti di soccorso sanitario, compresi quelli dei medici in servizio e dei veterinari in visita domiciliare urgente, muniti di apposito contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine;
6 veicoli di servizio e veicoli nell’ambito del compito d’istituto delle Pubbliche Amministrazioni, compresa la Magistratura, dei corpi e servizi di Polizia Locale, delle forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, delle forze armate e degli altri corpi armati dello Stato, della Protezione civile e della Croce Rossa Italiana;
7 autoveicoli che trasportano farmaci e prodotti per uso medico;
8 veicoli utilizzati da persone che non possono recarsi al lavoro con mezzi pubblici a causa dell’orario di inizio o fine turno o del luogo di lavoro, limitatamente al percorso più breve casa-lavoro purché muniti di dichiarazione del datore di lavoro attestante la tipologia e l’orario di articolazione dei turni e l’effettiva turnazione;
9 veicoli degli ospiti degli alberghi situati nell’area interdetta, limitatamente al percorso necessario all’andata e al ritorno all’albergo, in possesso della copia della prenotazione;
10 veicoli che effettuano car-pooling, ovvero trasportano almeno 3 persone a bordo, quale promozione dell’uso collettivo dell’auto;
11 veicoli che debbono recarsi alla revisione obbligatoria (con documenti dell’ufficio del Dipartimento di Trasporti Terrestri o dei Centri di Revisione Autorizzati) limitatamente al percorso strettamente necessario;
12 veicoli degli istituti di vigilanza privata compresi i portavalori;
13 veicoli appartenenti alle categorie “L2” e “L5” riferite al trasporto merci e alla categoria “N” di cui all’art. 47 comma 2 lettera c del D.Lgs. 285/1992 “Nuovo Codice della Strada” (veicoli commerciali, classificati come speciali o ad uso specifico di cui all’art. 203 del DPR 495/1992 o ad essi assimilati in base ad eventuale provvedimento comunale);
14 autoveicoli e motoveicoli d’epoca e di interesse storico e collezionistico ai sensi dell’art. 60 del D.Lgs n. 285/92 e s.m.i. “Nuovo Codice della Strada” (D.G.R.V. n. 4117/2007) in occasione di manifestazioni;
15 veicoli utilizzati per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti urbani e speciali;
 

Sono ulteriormente escluse dalle limitazioni vigenti le seguenti categorie dotate di apposita attestazione e/o idonea documentazione specifica da attestare tramite autocertificazione:
a) veicoli adibiti a cerimonie nuziali, battesimi, comunioni, cresime o funebri e al seguito;
b) veicoli per il trasporto alle strutture sanitarie pubbliche o private per sottoporsi a visite mediche, cure ed analisi programmate nonché per esigenze di urgenza sanitaria da comprovare successivamente con certificato medico rilasciato dal pronto soccorso;
c) veicoli dei paramedici e dei tecnici ospedalieri in servizio di reperibilità, nonché i veicoli di associazioni, imprese e/o persone che svolgono servizio di assistenza sanitaria e/o sociale;
d) veicoli appartenenti a soggetti pubblici e privati che svolgono funzioni di pubblico servizio o di pubblica utilità individuabili con adeguato contrassegno o con certificazione del datore di lavoro;
e) veicoli di conducenti che abbiano compiuto il 70° anno di età (documento di identità);
f) veicoli di operatori commerciali su aree pubbliche diretti ai mercati rionali o da essi provenienti;
g) veicoli per l’accompagnamento degli alunni di asili nido, scuole materne, scuole elementari, scuole medie inferiori, limitatamente ai 30 minuti prima e dopo l’orario di entrata e uscita del minore;
h) veicoli di trasporto collettivo delle società sportive per l’accompagnamento di giovani atleti (massima categoria giovanissimi) verso le strutture sportive, limitatamente al percorso casa – impianto sportivo e limitatamente ai 60 minuti prima e dopo dell’inizio e della fine degli allenamenti muniti di chiara identificazione (logo della società);
i) veicoli di sacerdoti e ministri di culto di qualsiasi confessione per le funzioni del proprio Ministero;
j) veicoli degli operatori del commercio all’ingrosso dei prodotti deperibili.



Deroghe alle limitazioni al traffico valide in occasione di allerta LIVELLO ARANCIO e LIVELLO ROSSO:

Tutte le deroghe valide per il livello VERDE con le seguenti modifiche:
1. Veicoli che effettuano il car-pooling che trasportano almeno 4 persone a bordo quale promozione all’uso collettivo dell’auto;
2. Veicoli di conducenti che abbiano compiuto il 70°anno di età e che siano residenti nel comune di Mirano.

Tutti gli utenti della strada sono obbligati a rispettare quanto stabilito nell’ordinanza.

Gli organi di polizia stradale di cui all’art. 12 del Codice della Strada, sono incaricati di far rispettare le prescrizioni del presente provvedimento.
A carico dei trasgressori saranno applicate le sanzioni amministrative previste dal Codice della Strada.


Informazioni: Ufficio Ambiente, viale Rimembranze 3 - piano primo, tel. 041 57 98 347, e-mail ambiente@comune.mirano.ve.it, orario di apertura: martedì e giovedì 10.00 - 12.00.


Nel sito ufficiale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti “Il portale dell'Automobilista > Verifica classe ambientale del veicolo” è possibile conoscere immediatamente la classe di appartenenza del proprio veicolo digitando semplicemente il numero di targa nell'apposito campo.