Avvisi e scadenze

Notizia del 21.08.2013

Avviso per il pagamento delle sanzioni stradali

Dal 21 agosto 2013, data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto legge n. 69 del 21 giugno 2013, si applicano le modifiche dell’art. 202 del Codice della Strada sul pagamento delle sanzioni stradali. 
 
Da quella data l’importo della sanzione è ridotto del 30% se il pagamento è effettuato entro 5 giorni dal momento in cui si riceve il verbale mediante contestazione immediata su strada oppure mediante notificazione postale.

La riduzione del 30% spetta, in dettaglio, nei seguenti casi:
- Preavviso di accertamento lasciato sul parabrezza del veicolo (per esempio per divieto di sosta) se il pagamento è effettuato prima della notificazione del verbale (in caso di notificazione del verbale bisogna attenersi alle indicazioni e alle modalità in esso riportate).
- Verbale ricevuto dal 16 agosto in poi, se il pagamento avviene entro 5 giorni dalla data di contestazione o notificazione.

La riduzione del 30% non è applicabile per le seguenti infrazioni stradali:
- violazioni per cui non è ammesso il pagamento in misura ridotta;
- violazioni per cui è prevista la sanzione accessoria della confisca del veicolo o della sospensione della patente di guida;
- violazioni non incluse nel codice della strada, ma previste dalla legislazione complementare.

Chi invece intende proporre ricorso, al prefetto o al giudice di pace, non deve effettuare il pagamento della sanzione.

Il termine di 5 giorni decorre dal giorno successivo la contestazione su strada o dalla notifica del verbale.

Particolare attenzione infatti dovrà essere posta nei casi di notifica successiva all'infrazione in quanto il termine di decorrenza dei 5 giorni varia a secondo delle modalità adottate.

Nei casi dubbi è sempre buona regola contattare e chiedere conferma all'organo di polizia stradale che ha redatto il verbale.

N.B. Nei casi di pagamento oltre il termine di 5 giorni, infatti, o in misura inferiore a quella prevista, l'obbligazione non si considera estinta, la somma versata è trattenuta come acconto e, se non sarà effettuato il pagamento in misura ridotta senza sconto entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione, sarà iscritta a ruolo una somma pari alla differenza tra la metà del massimo della sanzione edittale (più le spese di procedimento) e l'acconto versato.